Nastri trasportatori a spirale


  • Nastri trasportatori a spirale

    I nastri trasportatori a spirale, o più comunemente “le spirali a tamburo”, prendono il nome dalla struttura cilindrica che è l’assoluta protagonista del moto spiraloide del tappeto che la avvolge e che quindi rappresenta il vero cuore della macchina. Il tamburo è la parte del trasportatore a spirale che richiede la nostra maggiore attenzione e quella quindi a cui dedichiamo più tempo per la progettazione e lo sviluppo; Il montaggio viene rigorosamente eseguito in sede dal nostro personale qualificato; Le spirali a tamburo trasformano la forza di attrito dinamico, generata dal tappeto in pressione sulla superficie del tamburo e il tamburo stesso, da forza di tipo dissipativo a forza di tipo conservativo.
    La struttura della spirale è la parte su cui alloggia il tamburo e su cui sono fissate le colonne che sostengono le curve. Le curve della spirale hanno il compito di sostenere il nastro che si avvolge sul tamburo nel suo moto spiraloide. Esse sono costituite da lamiere in acciaio inox AISI 304 tagliate e forate con laser; Sopra di esse viene fissata una guida di scorrimento in materiale plastico ad altissima densità e basso coefficiente d’attrito. Il materiale utilizzato per queste guide è Polietilene ad alto peso molecolare con speciali additivi (materiale brevettato) che ne riducono l’ossidazione alle alte temperature e quindi il degrado;

    Nell’industria alimentare la tecnologia dei convogliatori a spirale è utilizzata per il trattamento o il trasporto di prodotti quali pasta, piatti pronti, frutta e verdura, carne, pesce, biscotti e torte, pane e altri prodotti confezionati.
    Dato che la temperatura gioca un ruolo principale nell’ostacolare la proliferazione dei batteri che sono tra le cause principali del deterioramento del prodotto, il trattamento termico è importante per estendere il periodo di conservazione del prodotto, fermando i meccanismi chimici e biologici che portano al deterioramento e all’ alterazione degli alimenti.
    Considerando i vantaggi nell’ utilizzo delle spirali per quanto sopra indicato, possiamo senza dubbio asserire che l’applicazione delle spirali dà la possibilità di risparmiare spazio e ottenere efficienza allo stesso tempo. Questo risultato viene raggiunto trattando larghe quantità di prodotto su una superficie ridotta, se paragonata ad altre soluzioni tecniche.
    Inoltre, i costi iniziali vengono ammortizzati nel corso del tempo grazie alla riduzione dei costi di manutenzione e manodopera. L’intero processo è infatti automatico: una volta che il prodotto è sul nastro della spirale, l’operatore deve solo controllare le fasi di lavoro tramite il software installato sulla spirale.
    Ultimo punto, ma non per questo meno importante, la temperatura di trattamento rimane invariata durante l’intero processo, permettendo una distribuzione uniforme della temperatura sui prodotti.

    VANTAGGI NELL’UTILIZZO DEI NASTRI TRASPORTATORI A SPIRALE

    Le spirali sono progettate, costituite e assemblate presso la nostra sede, seguendo standard ostruttivi frutto di un know-how e di un lavoro di squadra che ci permettono di stare sul mercato in posizioni di assoluto prestigio. Il prodotto che vogliamo offrire racchiude nella sua essenza la nostra missione, ossia lo sviluppo di una elevata qualità e tecnologia che si migliora nel tempo e per cui la soddisfazione del cliente è per noi la più grande fonte di pubblicità.

    MASSIMO SFRUTTAMENTO DELLO SPAZIO A DISPOSIZIONE

    I nastri trasportatori a spirale sono la soluzione ideale per poter trattare il prodotto nello spazio minore possibile, grazie alla lunghezza del nastro che non si distribuisce soltanto in una unica direzione ma si muove compiendo una traiettoria a spirale, segue quindi una traiettoria di base circolare che si sviluppa anche in altezza.
    Intuitivamente è facile capire che il grosso vantaggio di questi nastri, è di poter garantire centinaia di metri in uno spazio di pochi metri quadri. La lunghezza che quindi il prodotto deve percorrere, garantisce un tempo di trattamento impensabile da raggiungere con trasportatori lineari.

    CONTINUITÀ DI TRATTAMENTO

    I nastri trasportatori a spirale, sono una valida alternativa alle celle statiche che hanno il limite di essere statiche, senza garantire al ciclo produttivo quella continuità che permette al cliente di risparmiare in tempo, manodopera, consumi e per conseguenza in denaro.

    TRATTAMENTI TERMICI POSSIBILI
    I nastri trasportatori a spirale si dividono in due tipologie di prodotto che prendono il nome dal loro sistema di trazione: spirali a ingranaggi e spirali a tamburo.

    La scelta della spirale viene esaminata di volta in volta in base al tipo di trattamento richiesto, alla tipologia di prodotto, agli spazi disponibili e alle prestazioni richieste , senza tralasciare nessun particolare.

    In base al trattamento termico richiesto, i nastri trasportatori a spirale si dividono in:

    Spirali di surgelazione (cella a -40, -35 °C)
    Spirali di raffreddamento (cella a -10, -8°C)
    Spirali di accumulo (nessuna cella)
    Spirali di essiccazione (cella a +90, +98°C)
    Spirali di pastorizzazione (cella a +90, +98°C)



Trattamenti-termici-nastro-trasportatore-spirale
Le celle sulle quali sono inserite le spirali vengono costruite con pannelli tipo sandwich aventi due lamiere in acciaio inox o acciaio zincato e pre-verniciato tra le quali è posto il materiale termoresistente che varia in spessore e natura a seconda delle temperature richieste.
I gruppi di trattamento termico posti all’interno delle celle, servono a garantire le temperature e le condizioni dell’aria necessarie per il corretto trattamento del prodotto.
Direttamente dal quadro elettrico è possibile regolare sia la temperatura di utilizzo, che l’umidità e la velocità dell’aria. Nelle celle con temperature negative è inoltre possibile gestire lo sbrinamento delle batterie durante la produzione, senza avere fermi macchina e quindi interruzioni della produzione.

Guarda tutti i TRATTAMENTI TERMICI POSSIBILI